Archivi del mese: luglio 2013

Astensione dalle immagini

Ogni tanto mi succede di sentire il bisogno di astenermi, per qualche tempo, dalle immagini. Dal guardare immagini. Sento il bisogno di concedere allo sguardo, e alla mente, un po’ di silenzio e di protezione dall’eccesso di fotografie. Succede quando … Continua a leggere

Pubblicato in La manutenzione dello sguardo | Lascia un commento

Le cose da salvare

Oggi voglio salvare, dal diluvio del Tempo, dell’oblio e dell’insensatezza, due cose. La prima è il frammento di una poesia di Raymond Carver: «un rapido resoconto / di quel che è reale ed effimero.» Voglio salvare questi versi perché si … Continua a leggere

Pubblicato in Le cose da salvare | Contrassegnato , | Lascia un commento

Gli indirizzi sbagliati

Ieri ho letto una cosa che mi ha emozionato, molto. E mi ha fatto pensare. Stava in un racconto dello scrittore bosniaco Pedrag Matvejević (l’autore del bellissimo Breviario mediterraneo) pubblicato sul Domenicale del Sole 24 Ore del 28 luglio. Matvejević … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | Contrassegnato | 2 commenti

Un grido di colore

Non ho mai apprezzato i colori chiassosi, eccessivi: rosa shocking, ad esempio, verde elettrico o giallo acido. É come stare, secondo me, davanti a un mondo al neon. Artificiale e senza stile. Ho dovuto cambiare idea dopo aver letto Leggere Lolita … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | Contrassegnato | Lascia un commento

Collezione di luci. Alba a Lambrate

Mi ricordo la luce di una mattina a Lambrate, mentre salivo le scale per andare al binario. In quel momento ho visto la luce rosata dell’alba che si mescolava, in un incredibile unisono, con le luci artificiali dei semafori e … Continua a leggere

Pubblicato in Collezione di luci | Lascia un commento

Alfabeto fotografico personale. Nero

«La modernità luminosa ha permesso di vedere di più il mondo, ma ha abbassato la soglia del fantastico.»  (Marco Baliani) Ricordo un rientro notturno a Marrakech, con una Fiat Punto bianca presa a noleggio, lungo una strada senza la minima … Continua a leggere

Pubblicato in Alfabeto fotografico personale | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Sguardi in cerca di risonanze

In un testo del 1959 (“La mia esperienza”, raccolto in Fare un film è per me vivere) Michelangelo Antonioni scriveva, a proposito del suo modo di riprendere il personaggio, che “quando la scena madre sembra chiusa, c’è il dopo”. E’ … Continua a leggere

Pubblicato in Scansioni | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento