Un grido di colore

Non ho mai apprezzato i colori chiassosi, eccessivi: rosa shocking, ad esempio, verde elettrico o giallo acido. É come stare, secondo me, davanti a un mondo al neon. Artificiale e senza stile. Ho dovuto cambiare idea dopo aver letto Leggere Lolita a Teheran di Azar Nafisi.

Azar Nafisi é stata docente di letteratura inglese all’università di Teheran fino al 1997, anno in cui venne espulsa dal regime fondamentalista. Ora insegna negli Stati Uniti. Il suo “peccato” ? Leggere Henry James, Virginia Woolf, Jane Austen, Nabokov e, più “satana”di tutti, Scott Fitzgerald.

Ogni giovedì, Azar Nafir riuniva a casa sua sette allieve e, tutte insieme, oltre a leggere libri non graditi al regime, compivano un altro gesto liberatorio e rivoluzionario. Si spogliavano delle vesti e dei veli (neri) cui il regime le obbligava, per portare alla luce, come un urlo, i vestiti colorati che tenevano nascosti: vestiti gialli, verdi, rossi, celesti, rosa.  Un grido di colore, eversivo, contro il nero opprimente imposto dai guardiani della rivoluzione.

É stato proprio qui, davanti a questa esplosione di colori, intensi e vivaci come miniature persiane, che ho cambiato idea. Perché, in ognuno di quei colori liberatori, ho imparato a riconoscere una bandiera. Perché ogni colore era urlo, dissenso, idea, pensiero. Ogni colore era carico di senso.

(Mi chiedo, però, quale espressione, diamo noi occidentali ai colori che usiamo. Quale bandiera, quale idea, pensiero o dissenso sono riposti nei filtri di Instagram, nei pesanti interventi di post-produzione delle immagini? Dove sta il senso dei colori che adottiamo? Sono urla, balbettii, chiacchiericcio?)

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...