Archivi del mese: febbraio 2013

La meccanica del volo e la fotografia

«Tale ofizio fa l’uccello coll’ali e coda infra l’aria, quale fa il nuotatore colle braccia e gambe infra l’acqua.» [Leonardo, Codice sul volo degli uccelli, 10 v.] Leonardo aveva decifrato la meccanica del volo osservando il nuotatore nell’acqua. In pratica, … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Lo spazio dei rami. Promemoria in caso di fotografia

Con l’inverno i rami spogli degli alberi mostrano la loro struttura, il disegno preciso del loro sviluppo, della loro forma aerea. O, almeno, così crediamo e basta. Invece l’inverno, per gli alberi, non è solo questo. I rami disadorni, essenziali, … Continua a leggere

Pubblicato in Promemoria in caso di fotografia | 1 commento

Certi giorni lo sguardo si rifiuta

Certi giorni lo sguardo si rifiuta di collaborare. Non so perché. Si rintana in una sua cocciuta ottusità e non c’è verso. Muto. Ti lascia lì, solo, in mezzo alle immagini della vita  e senza nessun motivo apparente, uno straccio … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | Lascia un commento

Certi alberi di Corso Lodi. Fotografia verbale

Ho visto certi alberi di Corso Lodi con addosso ancora qualche foglia della scorsa  primavera. Accartocciate ai rami, esauste. Hanno resistito all’acqua, alla neve e a tutti i venti dell’inverno. Le ho viste, contro il cielo serale, tenere il posto … Continua a leggere

Pubblicato in Fotografia verbale | Lascia un commento

L’iPhone e la Bibbia di Gutenberg

«Dalla pagina allo schermo, in soli due decenni. Da prodotti editoriali chiusi e definitivi a una pluralità di prodotti multimediali e di ambienti collaborativi aperti. Un cambiamento epocale simile a quanto successe in Europa tra Quattrocento e Cinquecento: a Magonza … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La realtà asciutta (secondo il mio barbiere). Promemoria in caso di fotografia

Dopo avermi tagliato i capelli e sistemato la barba, il parrucchiere mi dice Ecco, adesso è asciutta. La barba. Poteva dire Bianca, A posto, Adesso sì che va bene. No: asciutta. Non avevo mai sentito parlare di barba asciutta. Sarà … Continua a leggere

Pubblicato in Promemoria in caso di fotografia | Lascia un commento

Lo sfrigolìo. Fotografia verbale

Ho visto il silenzio del mattino preso d’assalto dal fruscio delle gomme contro l’asfalto bagnato. Un sibilo continuo, tra le pozzanghere di neve acquosa. Come uno sfrigolìo di hamburger sulla piastra bollente.

Pubblicato in Fotografia verbale | 2 commenti