Archivi del mese: marzo 2015

Con la macchina fotografica al collo

Non so cosa fotografare, sento dire molte volte. Al che, in genere, rispondo: No, forse non sai cosa guardare. Già. Forse mi sbaglio, ma a me sembra che non appena mettiamo al collo una macchina fotografica, tac!, lo sguardo si … Continua a leggere

Pubblicato in La manutenzione dello sguardo | Lascia un commento

Risonanze

Piano sequenza di un gesto sempre più solo     Titoli di coda Robert Capa (Napoli, 1943) Ernst Haas (Vienna, 1947) Larry Towell (New York, 2001)

Pubblicato in Scansioni | Lascia un commento

Al momento di ripartire da Firenze

E poi succede che, al momento di ripartire da Firenze, dove hai parlato per ore di sguardo, di sensi, di regia fotografica; al momento dei saluti, quando ti senti più debole, perché ti domandi se hai seminato bene, ecco: in … Continua a leggere

Pubblicato in Fotografia verbale | 3 commenti

Fotografare con i sensi. Esercizi di manutenzione dello sguardo

Da dove nascono le fotografie? Nascono dallo sguardo, lo strumento centrale dell’atto fotografico. E nascono dal corpo, dal nostro corpo. Perché noi guardiamo con tutto il corpo, con tutti i sensi. E con la memoria. Guardare, in fotografia, è un … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | 1 commento

A volte quando inquadro

    A volte quando inquadro mi sembra che lo sguardo non si limiti a fotografare. Come se in quel momento io stessi ridisegnando le cose ad alta voce. Come se, invece di raccogliere le cose, io stessi – per … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | Lascia un commento

Una certa idea

Una certa idea su come funzionano alcune faccende della memoria me la sono fatta. Per carità, niente di scientifico o sofisticato. Però, per quanto strampalata, questa idea mi aiuta a render conto del perché di alcune cose. Per esempio, spiegherebbe … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | Lascia un commento

Per fare posto allo sguardo

L’unica regola che impongo, all’inizio dei miei laboratori sui sensi e sullo sguardo, o che mi impongo prima di ogni scatto, è contenuta nel primo dei 101 Racconti Zen. Si intitola La tazza. Eccolo. Nan-in, un maestro giapponese dell’era Meiji … Continua a leggere

Pubblicato in Monologhi e discorsi | 3 commenti