Diario d’estate

                                                                                                                                                                                           … del resto è la cicala, con il suo canto ininterrotto, a dare senso al Vuoto dell’estate

… o a prendere il posto dell’ombra prosciugata dall’afa velenosa

… e mentre le bocche si schiudono accaldate, un filo leggero di sudore scivola lungo il collo e nella schiena, nella intermittenza irregolare delle poche lucciole rimaste, che alcuni dei generosi hanno concesso – non si sa perché – come succedanei delle stelle, agli uomini indifferenti.

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...