City Crash Trash

City Crash Trash, Stefano Bressani

City Crash Trash, Stefano Bressani

 

City Crash Trash è una mostra di fotografia. Mmm, no, così è troppo poco. Rifaccio.

City Crash Trash è una video-installazione. Mmm, no, non va bene nemmeno così. Troppo poco. Rifaccio ancora.

City Crash Trash sono immagini recitate. Macchè, non ci siamo. Non è ancora sufficiente. (Bei tempi quando scrivevi qualcosa che non andava bene e strappavi il foglio dalla macchina da scrivere, lo appallottolavi e gettavi via … Con il computer come fai? O cancelli o accumuli. Ok, accumulo.)

City Crash Trash è una musica che fa danzare le immagini. No, no. Sono arrivato a un punto morto. E quando arrivo qui, quando, cioè, non riesco bene ad afferrare qualcosa di nuovo, allora è il momento di cambiare prospettiva.

Invece di dire cosa è City Crash Trash cercherò di raccontare dove gli spettatori si troveranno questa sera, alle 19.00, all’Insomnia Lounge di Pavia. Ecco, gli spettatori si troveranno alla foce di una corrente, immersi in un delta dove confluisce un fiume creativo con tutti i suoi affluenti.

Il fiume principale è quello di Stefano Bressani, artista che utilizza le stoffe come materiali creativi che, per una volta, usa la fotografia per accendere idee, per alimentare altre energie. Come, per esempio, l’energia di Gianluca Iacono, attore, che eseguirà le immagini di Stefano con la voce e il corpo. O l’energia di Mariano Nocito, musicista, che detterà il tempo sul quale parole gesti e immagini fluttueranno. O quella di Marco Rognoni e Simona Confalonieri, impegnati a tradurre (riassumere?) nella forma del video i linguaggi del corpo, della voce, della musica e della fotografia.

Insomma, lo spettatore si troverà nel bel mezzo di una corrente cui dovrà semplicemente abbandonarsi. Perché  City Crash Trash è una mostra che va in scena. Una mostra che non è solo da guardare: è una mostra cui bisogna assistere. Una mostra che accade. Come il teatro e la musica. Una mostra che scorre. Come il film. E la vita. Tutti saremo immersi nelle immagini volute da Stefano Bressani e trasformate da questo strano equipaggio che naviga nell’invenzione. Equipaggio di cui fa parte, in qualità di mozzo, anche il vostro Valigiaio, con il compito di raccontare che cosa succede alla foce di questo evento.

 

Equipaggio

Stefano Bressani, artista e ideatore di City Crash Trash

Valentina Dalmazio, direzione artistica e supervisione

Mariano Nocito, musicista

Gianluca Iacono, attore

Marco Rognoni, riprese e montaggio video

Simona Confalonieri, regia

Enrico Prada, Valigiaio-narratore

City Crash Trash va in scena il 12 marzo 2016

qui

Insomnia Lounge

Via San Sebastiano 3/5

Pavia

 

Si salpa alle ore 19,00

www.stefanobressani.com

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...