Come scia di stelle. Dialogo senza pretese

– Che dire, poi, della Fotografia che deposita e imbriglia tracce di luce?

– Già. Che dire?

– Che la Fotografia non lascia solo tracce luminose sopra un sensore o una pellicola. Ma deposita tracce emotive sulla nostra anima. Indelebili.

– Deposita stupore, meraviglia, orrore o disgusto, amore, compassione o pietà.

– E tutte queste tracce non andranno perdute, perché sopravviveranno nel tempo, come le scie luminose delle stelle che noi vediamo nella notte.

– Anche se le stelle che l’hanno generata sono scomparse.

 

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...