Azzurro

Raccoglimi ti prego, mi ha detto una volta l’azzurro di una maiolica. Raccoglimi e gettami in mare. O lanciami in cielo, se ci riesci. Perché?, ho chiesto. Perché l’azzurro non appartiene alla Terra. E non lo meritate.

Poi mi sono svegliato. Nel grigio, nel verde, nel giallo, nel bianco, nel rosso. Ma dell’azzurro non c’era più traccia.

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...