Salento again. Finale a sorpresa

Oggi volevo mettere in Valigia un pezzetto di diario del laboratorio di ieri, ultimo giorno di lavoro. Ma proprio non mi è possibile. Lo farò domani. Ecco perché.

Insomma, io pensavo di essere riuscito a non commuovermi (troppo). Ce l’avevo messa tutta: la musica finale per il commiato suonata prima, in un momento neutro; il discorsetto finale che avevo cambiato. Mi sembrava di avercela fatta a contenere (un po’) l’emozione, invece, a un certo punto, ha inizio una sequenza di scene, un crescendo emotivo che mi lascia secco.

Con la scusa della distribuzione degli attestati di frequenza, vedo arrivare anche i fotografi che avevano partecipato al laboratorio di giugno. E lì, la mia già precaria stabilità emotiva ha il primo sussulto. Poi inizia una strana processione: Carlo mi regala un acquerello dipinto da lui; Mino mi dona un libro scritto da suo figlio (Raffaele mi aveva già donato un libro di suoi racconti); Paola e Alessandro – sapendo che colleziono quaderni – me ne hanno portato uno, bellissimo, dalla Tahilandia (e Mariagrazia mi aveva preparato per il mio mal di gola una tisana allo zenzero); Michele mi consegna la tessera di socio onorario di Fotofucina, l’associazione che mi ospita. Qui ormai vacillo e non oppongo più resistenza: mi lascio affondare in tutto questo affetto travolgente.

Ma non finisce qui. Michele si siede e inizia a leggere uno straordinario discorso di ringraziamento. Discorso che non riesce a terminare, tanto è commosso. Lo finisce, per lui, Claudia. Io a questo punto non riesco più a parlare. Groppo in gola. Mi esprimo solo a gesti e con gli occhi lucidi.

A questo punto mi dico: Ragazzi, avete vinto. Mi avete tramortito con il vostro amore. Fine del film, no? No. Non ho fatto i conti con il fatto che sono al Sud. Mancano i fuochi d’artificio. Che puntuali arrivano sotto forma di torta per i miei 60 anni. Con tanto di girasoli, omaggio alla Valigia di van Gogh.

Mi sento addosso la felicità di un bambino. Adottato da trenta persone. In Salento. Vi ringrazio tutti, oggi, da qui, perché ieri proprio non riuscivo più a parlare.

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Officina. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Salento again. Finale a sorpresa

  1. Antonino ha detto:

    Grazie a te Enrico!

  2. salvatore ha detto:

    verissimo sono accoglienti,
    calorosi, fantastici. Tutti.

  3. Raffaele ha detto:

    grazie Enrico e buon compleanno! 🙂

  4. lucaxrossi ha detto:

    Beh, se ne non si vive per queste cose, per quale altro motivo dovremmo esistere??? Sono felice che esistano persone cosi, veramente 😊

  5. paolocorona ha detto:

    Tanti Auguri anche da parte mia. Sei un Grande. Un saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...