Sogni (omaggio a Kurosawa)

Mi sono addormentato leggendo queste parole di Van Gogh: “Ma quando farò il cielo stellato, il quadro che continuamente mi preoccupa … I quadri più belli sono quelli che si sognano fumando pipa a letto …”

Io lo so che una frase così è perfetta per turbare il sonno. Infatti così è stato e queste sono le foto che ho sognato stanotte.

Il ritratto di mio padre, in bianco e nero, sorridente, mentre gioca con la mia bandoliera al collo e il mio sombrero da bambino. Fa lo stupido per farmi ridere, per farmi credere che è guarito e non andrà più in ospedale …

Il ciliegio del mio giardino, dove  seppellivo i soldatini che morivano in battaglia … L’ombra del fico che si muove nel vento … Una tazza di caffè fumante e capelli in controluce … Il profumo dell’erba appena tagliata … La salsedine che incrosta la chiglia di un gozzo per la pesca ….

Poi, la luce mi ha svegliato e riconsegnato al giorno, dove si incontrano le foto più belle nascoste nei nostri cammini.

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sogni (omaggio a Kurosawa)

  1. Giusi ha detto:

    Come le immagini/visioni oniriche di cui ci fa dono questo Valigiaio dopo essersi destato al mattino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...