Lezione bonsai sul fuoricampo in tre paragrafi

Ogni inquadratura  contiene un frammento di mondo e definisce un fuoricampo.

Cioè uno spazio immaginato dallo spettatore che prolunga lo spazio visibile. Un luogo di evocazione.

Il fuoricampo è la parte, nella rappresentazione messa in scena dal fotografo-regista, affidata allo spettatore. La sua partecipazione al nostro [clic].

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Officina. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Lezione bonsai sul fuoricampo in tre paragrafi

  1. Roberto ha detto:

    Raramente ho letto concetti legati all’empatia o coinvolgimento mentale della visone di un’immagine così coerenti ed essenziali come in questo caso . Pochi orpelli lessicali, che distolgono l’attenzione, permettono al concetto di esprimersi compiutamente.
    Ciao roberto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...