Il mondo un po’ più grande

L’esercizio di manutenzione dello sguardo per la prossima settimana ha come titolo: Voglio fare il mondo un po’ più grande. È un esercizio intenso, anche un po’ scomodo. Ma credo ne valga la pena.

Si tratta di indirizzare lo sguardo verso tutte quelle cose che non guardiamo mai, che ignoriamo o detestiamo. Perché le crediamo banali, secondarie, fastidiose, insignificanti, senza meraviglia. Perché non le riteniamo degne di sguardo. E non ci rendiamo conto che ignorandole il mondo si restringe, diventa più angusto.

Invece ogni cosa reclama uno sguardo, il nostro sguardo e se diamo ascolto, se raccogliamo quel richiamo, il nostro sguardo darà più luce e respiro al mondo. Le ombre si ritireranno e il mondo acquisterà ricchezza e vastità. Un mondo un po’ più grande, appunto.

Lo stupore e la meraviglia iniziano proprio qui, un passo davanti a noi, sull’uscio di casa o nelle nostre stanze, nei parcheggi dei centri commerciali, nelle periferie chiuse per ferie, nelle tangenziali assolate, nelle recinzioni arrugginite … Ognuno ha la propria fetta di mondo dimenticata da riesumare.

Credo ne valga la pena, dicevo. Perché se impariamo a guardare con passione la goccia, scopriremo che da lì ha inizio il mare.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in La manutenzione dello sguardo. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il mondo un po’ più grande

  1. Credo sia uno dei pensieri più belli che tu abbia scritto. Buona giornata, Enrico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...