Diario d’estate. 365

Ieri ho lavorato per una mostra che la fotografa Paola Rizzi terrà a settembre. Trecentosessantacinque foto: una per ogni giorno del Duemilaquattordici. Trecentosessantacinque gesti dello sguardo e della memoria sottratti alla dimenticanza.

E più mi addentravo nell’officina mentale, emotiva e visiva della fotografa, più si faceva strada un’idea: che dentro al nostro gesto fotografico avviene una cosa straordinaria: il Caos scompiglia le sue lettere e diventa Caso.

Il Caso: la materia, insieme alla luce, di cui è fatta la fotografia.

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...