Contrappunto

Guardo le case basse, colorate

che hanno il colore dei gelati alla frutta

Qualcuno da un trabattello stende calce sul muro

nel silenzio tranquillo della sera

nella luce del tramonto

morbida

Guardo gli arbusti smossi dal vento

senza rumore, senza fruscio.

All’improvviso le campane battono l’ora all’impazzata. Poi tutto torna silenzio.

Guardo le strade vuote, le finestre chiuse

chiuse come occhi che dormono,  in un’aria di calma domenicale, dove tutto è quiete.

E vorrei che questa ora durasse per sempre, come una fotografia.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia verbale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...