Certi progetti

Molte volte succede quando sistemi l’archivio. All’improvviso ti rendi conto, con sufficiente chiarezza, che davanti a te stanno sfilando, per esempio, decine di gasometri, di periferie desolate, di campi arati che sembrano volti, di corpi rugosi che sembrano campi arati, di portoni chiusi, di passanti senza nome …

Sono le immagini-ossessione, le immagini che persistono dentro di noi in modo autonomo e inconsapevole. Come echi che non ci abbandonano. O che ci perseguitano. Immagini che non riusciamo ad azzittire e che, quasi senza saperlo, cerchiamo di continuo.

Quando te ne accorgi, a quel punto ti fermi e inizi a interrogarti sul senso di quelle presenze. Così scopri che tutte quelle immagini ti stanno chiamando da tempo e si sono imposte perché stanno raccontando te.

Forse certi progetti nascono così, come nostra risposta a una rivelazione improvvisa.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Certi progetti

  1. giuseiannello ha detto:

    Foto incantevole, luce quasi fiabesca.
    Forse, come per i sogni ricorrenti, dovremmo cercare di risolvere i nodi che si celano dietro quelle immagini-ossessione e che ci impediscono di crescere spiritualmente. Cercare di varcare quei portoni chiusi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...