So che sei lì. Ti vedo anch’io

Henri Cartier-Bresson, Brussels, 1932

Henri Cartier-Bresson, Brussels, 1932

«So che sei lì. Ti vedo anch’io, con la coda dell’occhio. Fingo indifferenza, ma so che mi stai inquadrando con la tua Leica. Sento il tuo sguardo che mi fissa, che mi tocca. Fingo indifferenza, ma ti sto guardando anch’io. Senza che tu te ne accorga.

Quello che non capisco è cosa, di me, attira la tua attenzione. La bombetta, i miei baffi a manubrio, il mio naso. O la mia aria triste? Oppure sei attirato dall’ombra? O da qual tizio, dietro di me, che sbircia dal foro di questo tendone di un povero circo?

Tu non sai chi sono io e io non so chi sei tu. Non so se sei famoso o un semplice dilettante. Comunque sia, il tuo sguardo e il mio, la tua curiosità e la mia, le stai unendo per sempre.»

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Scansioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...