Da ieri il mio vocabolario visivo

Da ieri il mio vocabolario visivo ed emotivo ha un nuovo ospite. E’ lo sguardo con cui nostra madre ha salutato la sua casa al momento di partire per la casa di riposo che la ospiterà in futuro. Uno sguardo sempre in procinto di cadere nella commozione, senza mai cedervi.

Lo sguardo coraggioso di madre che ha saputo trattenere il pianto per non far piangere noi, mio fratello e me.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Da ieri il mio vocabolario visivo

  1. Gabriella Martino ha detto:

    C’è tutta la vita in queste parole, tutto il suo senso

  2. Un abbraccio (benché virtuale) a te e tuo fratello, con preghiera di autoassolvervi dai sensi di colpa . . . 🙂
    Spesso vorremmo tenere con noi i nostri “vecchi”, ma se non è possibile ci sono tanti modi per stargli vicini e sono sicura che voi li userete tutti. 🙂
    Come sono sicura che la vostra mamma sarà ben accudita, in una casa che voi avete selezionato e sulla quale veglierete con attenzione . . . si capisce, dai tuoi scritti e dalle foto che metti la tua sensibilità. ❤

    Ciao, Fior

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...