Le due immagini

Ci sono fotografie che a volte contengono due immagini. Una è quella esteriore, ottica, prelevata dalla realtà. Immagine automatica, direbbe l’amico Nello Rossi, nata dall’esperienza dello sguardo proiettato sulle cose attraverso il dispositivo fotografico.

L’altra, quando c’è, è un’immagine interiore, affettiva o mentale. Proviene da noi, dallo sguardo proiettato sulle esperienze intime e cerca di insinuarsi, di dialogare con quella esteriore. E’ un’immagine silenziosa, che si muove in contrappunto con il visibile e cerca di aggrapparsi alle apparenze secondo percorsi tutti suoi, non facili da controllare. O da mettere a fuoco.

Come in questa commovente fotografia di memoria eseguita da Sam Bea, domenica scorsa a Vigevano.

© Sam Bea

© Sam Bea

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...