Altre metamorfosi

Pozzo-armadio (Vigevano, 2015-Venezia, 1976)

Poi, può succedere che passando per un androne, nel centro di Vigevano, ti imbatti in un vecchio pozzo da cortile che non è solo pozzo. E’ anche un armadio. Veneziano. Un pozzo-armadio.

Può succedere che lo sguardo e i sensi raccolgano alcune forme, i colori pastello del legno e dei muri, un certo sentore di umidità, e li trasmettano alla mente. Ci pensa lei a filtrarli, a mescolarli e a restituirti qualcosa che ti sembra di aver visto e annusato in una casa di Riva degli Schiavoni (o in Calle della Pegola? O in Casanova di Fellini?): un armadio. Che non è solo armadio. Un pozzo-armadio-veneziano. Ti restituisce qualcosa che appartiene a tempi diversi, distanti. Così decidi di fotografare, per conservare questa illusione, questa fantasia fatta di memorie.

Il tempo di un [clic] e poi tutto torna androne, pozzo da cortile, Vigevano. E di quell’armadio, di quella Venezia conservi, però, la scia luminosa che anche i ricordi hanno lasciato.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in La manutenzione dello sguardo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...