Gli sguardi che ci hanno preceduto

Ieri sera, ritornando da Vigevano dopo due giorni di laboratorio dedicato allo sguardo, mi sono ricordato di una cosa che aveva detto Truffaut. Che nel corso della nostra vita noi diventiamo tante persone differenti, una diversa dall’altra. E l’ultima arrivata, tra queste persone, unifica/riassume tutti i personaggi che l’hanno preceduta.

Non so, ma dopo due giorni trascorsi ad ascoltare e vedere le immagini raccolte dai sensi e dalla memoria dei fotografi, mi sono chiesto se anche lo sguardo e i sensi funzionano allo stesso modo. Cioè, se anche i nostri sensi (di oggi) sono la cima di una montagna fatta di tutti gli sguardi e di tutti i sensi che ci hanno preceduto.

Così mi spiegherei, per esempio, perché una fotografa ha sentito, all’improvviso, l’odore di segatura in una via dove la falegnameria, dalla quale quel fantasma di odore proveniva, non esiste più da anni. O perché io, nella corte di Palazzo Ducale, ho rivisto la luce e l’aia fangosa della cascina in cui sono nato.

Ma forse, questi, sono solo i pensieri di una stanchezza soddisfatta e felice.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in La manutenzione dello sguardo. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gli sguardi che ci hanno preceduto

  1. I profumi, la musica, le immagini . . . i ricordi!
    Sono d’accordo con te e con Truffaut! Sicuramente con gli anni si sedimentano tutti e si mischiano, basta un niente e li riportiamo a galla!

    Ciao, Fior

  2. paolocorona ha detto:

    Per riflesso, la tua citazione di Truffaut, mi ha riportato alla mente una frase di Pavese:
    “Al mondo non si è mai del tutto soli. Alla peggio si ha la compagnia di un ragazzo, di un adolescente, e via via di un uomo fatto, quello che siamo stati noi. ”
    Credo che quando osserviamo una fotografia, o quando la scattiamo, siamo tutti i noi stessi o uno di loro. Un saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...