Dintorni di Hashtag

L’altro giorno ho parlato di hashtag (https://lavaligiadivangogh.wordpress.com/2015/01/25/perche-lhashtag-non-e-una-didascalia/) e molti dei commenti lasciati in Facebook mi hanno dato da pensare. Tra questi ce n’è uno, di Maryreloaded Portrait, che mi ha colpito e che riporto qui, integralmente:

«Balbettamenti che ci piacciono molto. Io gli hashtag li ho sempre visti come moderni haiku, tracce di un monologo interiore, frammenti linguistici di libere associazioni mentali molto, molto personali che risultano anche melodiche nella loro composizione inframmezzata da quella nota # , non più chiave di sol, ma, pur sempre , segno.»

Le ho risposto che mi piace molto questa idea di hashtag/haiku, di hashtag/poesia. Perché, in quella misteriosa operazione di dare un senso alle cose, l’hashtag riesce – in qualche modo – ad assegnare al frammento una sua autenticità, una sua importanza.

E mi sono ricordato di una poesia di Aldo Palazzeschi (La passeggiata), dove tutti i versi sono frammenti di strada, di muri, di vita, visti e assemblati senza legami logici. Tenuti insieme solo dallo sguardo, dal ritmo del passo che li ha incontrati e da quello delle rime e delle assonanze.  Così ho provato a rifare un pezzetto de La passeggiata come se ogni verso fosse un hashtag ante litteram:

«Andiamo? / Andiamo pure. / #All’arte del ricamo #fabbrica passamanerie #ordinazioni, forniture #Sorelle Purtaré #Alla Città di Parigi #Modes, nouveauté. #Benedetto Paradiso # successore di Michele Salvato, # gabinetto fondato nell’anno 1843. # avviso importante alle signore! # la beltà del viso, #seno d’avorio, #pelle di velluto. #Grandi tumulti a Montecitorio. #Il presidente pronunciò fiere parole #tumulto a sinistra, tumulto a destra #Il gran Sultano di Turchia ti aspetta #La pasticca di Re Sole #Si getta dalla finestra per amore #Orologeria di precisione #93 #Lotteria del milione #Antica trattoria La Pace #con giardino #fiaschetteria #mescita di vino. #Loffredo e Rondinella #primaria casa di stoffe #panni, lane e flanella … »

(Ma se volete, tutti i versi senza hashtags de La passeggiata di Palazzeschi li potete trovare qui http://web.tiscali.it/icaria/urbanistica/santelia/palazzeschi.htm)

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Dintorni di Hashtag

  1. Pingback: Altri dintorni di Hashtag | La valigia di Van Gogh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...