Autoterapia fotografica. 2

Bisognodiquiete, 2015

Bisognodiquiete, 2015

Ieri mi sono reso conto che ci sono fotografie che scatto perché ho bisogno di mettermi in pace. Al punto che, per molte di queste, potrei creare una nuova etichetta per il mio archivio personale: Bisogno di Quiete. O di Equilibrio.

Ma non so dire, al momento, perché tutto questo avviene.

 

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Fototerapia. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Autoterapia fotografica. 2

  1. Gabriella Martino ha detto:

    Anche a me capita di trovare questo senso di esattezza nelle cose e di sentirmi in connessione con esse. Ha a che fare, credo, con il mistero del mondo

  2. Riyueren ha detto:

    Un po’ quello che succede anche a me..per questo dico sempre che prima di ogni scatto quello che devo “mettere a fuoco”..è me stessa. Alla fine diventa una messa a fuoco reciproca e soggetto e fotografo diventano una cosa sola, si trovano come a coincidere, a sfumare l’uno nell’altro……autoterapia fotografica, concordo. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...