Come una specie di sigillo

Una volta mi hanno raccontato che la fossetta che abbiamo tra il naso e la bocca, quel piccolo canyon che unisce le labbra alle narici, è l’impronta lasciata – quando eravamo bambini – dal dito di un angelo sulla nostra bocca.

Dite quel che volete, ma a me questa immagine piace tantissimo. Mi fa pensare che ogni scatto, ogni [clic], è l’impronta lasciata dal mio sguardo sulle cose. Come una specie di sigillo. Un’impronta che magari non servirà a molto, ma è ciò che resta del mio passaggio.

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...