La Valigia in bicicletta

Milano, 26 settembre 2014

Milano, 26 settembre 2014

Ho sempre pensato che Milano fosse una città fotogenica solo d’agosto, quando è deserta. Mi sbagliavo. Ieri sera ho scoperto che Milano, nel buio, è una creatura affascinante. Tremendamente affascinante. Soprattutto se la guardi da una bicicletta. Perché dalla sella di una bicicletta Milano notturna diventa una festa mobile. Per lo sguardo.

Ieri, dalle otto a mezzanotte, abbiamo vagato nella notte milanese, ascoltando le storie raccontate da Gianluca Margheriti, parlando di fotografia e guardando con il naso all’insù i rubanuvole di Milano. Che era il nome con cui il fascismo chiamava i grattacieli.

Un esercizio di manutenzione dello sguardo estemporaneo: la notte e la bicicletta. Perché l’oscurità, se da un lato toglie nitidezza e precisione alle cose, dall’altro scatena l’immaginazione. Forse più della luce, che ti permette, si, di raccogliere le tracce lasciate dalle cose, ma è lei, l’oscurità, a generare fantasie. O paure.

E poi c’è lo sguardo in movimento, che rinuncia alla fissità di un punto di osservazione unico e genera immagini (‘metaimmagini’ le definiva Gabriele Basilico) di continuo. Immagini mobili, instabili. Ma vitali, che risuoneranno come echi nell’immagine definitiva e stabilizzata del [clic].

(Titoli di coda: Gianluca Margheriti, il narratore; Simone Galbiati, il fotografo; Monica Diani, nel ruolo di imprescindibile factotum; Zio Bob, il nostro angelo custode agli incroci; le Biciclette di Rossignoli, perfette e morbide nel loro ruolo di portavagabondi; Milano e i suoi rubanuvole; i tramLa Valigia di Van Gogh, che si augura di non aver troppo annoiato, con le sue note strampalate, tutto il gruppo degli stoici fotociclisti. Musiche: chitarra jazz e tromba che suonano La ragazza di Ipanema dal marciapiede di Corso Garibaldi. Fine)    

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...