Anche quando chiudiamo gli occhi

Credo che a tutti sia capitato di avere immagini che permangono, che si impongono dentro di noi. Anche quando chiudiamo gli occhi.

Io, questa cosa, questo riverbero interiore, la chiamo eco delle immagini. Una scia che non mi abbandona, o che mi perseguita.

Io, quando capita questa cosa, mi sento come una pellicola o un sensore. Sento che sono io, proprio io e non un dispositivo, a raccogliere le immagini, la traccia luminosa delle cose. E a conservarle dentro di me.

Definirei tutto questo Inequivocabile Presenza dell’Io nel Processo Fotografico.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in La manutenzione dello sguardo. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Anche quando chiudiamo gli occhi

  1. dorotea ha detto:

    Direi consapevolezza prima essenziale del fotografare con cognizione di causa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...