Del farsi trovare dagli arcobaleni

Una volta un arcobaleno nato in mare mi ha trovato. Mi sono fermato, l’ho raccolto e messo in questa piccola cornice

Un arcobaleno mi ha trovato

Un arcobaleno mi ha trovato

Ora lo custodisco qui, accanto ad altri arcobaleni che mi hanno trovato nella vita

Al sicuro. Nella mente e nella memoria. Ogni tanto mi piace mettermi lì ad ascoltare cosa hanno da raccontarmi. Oppure cerco di decifrare le chiacchiere, misteriose e soavi, che si scambiano tra loro. In silenzio.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Officina. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Del farsi trovare dagli arcobaleni

  1. Che bello, un arcobaleno in testa, fra ricordi, idee e…
    robert

    • lavaligiadivangogh ha detto:

      Proprio così, Robert: e … Credo che lì, in quei puntini di sospensione, stia rinchiusa l’infanzia e tutta la sua immaginazione. Così mi sembra. Se ho capito bene quello che si dicono tra loro gli arcobaleni. :-). A presto

  2. Cinzia da Torino ha detto:

    Farsi trovare dagli arcobaleni, che stupenda prospettiva… per poi racchiuderli nella propria memoria come tesori e farne dono agli altri. Questa è, a mio modesto avviso, un esempio della continuità della vita umana.
    A presto! Cinzia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...