Un piccolo museo in un astuccio

Sono arrivato a un punto della vita in cui, davanti a me, resta meno tempo da vivere rispetto a quanto ne ho vissuto.

Questo significa, per me che ho vissuto e vivo nella fotografia, che potrò guardare meno immagini rispetto a quante ne ho guardate fino ad oggi.

Così ho deciso, non sapendo cosa mi riserveranno le immagini future, di dare forma a una piccola antologia personale che raccoglie le immagini che ho amato e amo. Immagini che mi hanno formato, commosso, indignato. O, più semplicemente, che ho avuto la fortuna di incontrare. E di raccontarvele.

Da oggi, insomma, voglio seguire il consiglio che il grande fotografo cileno Sergio Larrain diede al nipote che voleva diventare fotografo:

«Raccogli tutto ciò che trovi di buono, creati una collezione di cose ottime, un piccolo museo in un astuccio. Segui il tuo gusto e nulla più, non credere a ciò che non ti appartiene, la vita sei tu e la vita è quel che si sceglie.»

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Antologia personale. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un piccolo museo in un astuccio

  1. Pingback: Dall’altra parte del mondo, dall’altra parte del tempo | La valigia di Van Gogh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...