Altri ritrovamenti. Un ritaglio di giornale e qualche appunto di lettura

Altro ritrovamento da trasloco: un ritaglio di giornale con un articolo di Michele Smargiassi dedicato all’utilizzo della fotografia in Facebook (“Facebook, il mega-album con 100 miliardi di foto”, La Repubblica, 10 agosto 2011) e i miei appunti di lettura.

Nell’articolo Smargiassi definiva così il ruolo delle immagini di questo immenso flusso ininterrotto di autopresentazioni presente nei social network: Non servono a conservare l’immagine del proprio passato ma a fabbricare l’immagine del proprio presente, da esibire, da tenere continuamente aggiornate.

I miei appunti. A me sembra che, con questa definizione, si sia sfilacciato, se non spezzato, quel rapporto tra Fotografia , Tempo e Realtà che André Bazin e Roland Barthes avevano cristallizzato intorno a una idea, come dire?, mortuaria della fotografia.

Nel senso che le metafore con cui i due autori rappresentavano la fotografia (Bazin: la fotografia è quella cosa che si porta sempre addosso il cadavere del suo referente; Barthes: l’idea, tutta linguistica, per cui la fotografia si esprime al passato, perché dice ciò che è stato), quelle metafore, dicevo, si sono indebolite, incrinate.

All’idea di Passato (memoria) proiettato nell’eternità (la fotografia che immortala, cioè rende immortale ciò che ha acquisito), si va sostituendo l’idea di Eterno Presente, senza radici, fluttuante: una fotografia liquida. Provvisoria.

Mi chiedo: a fronte di questo cambiamento nella produzione di immagini, quali mutazioni sono necessarie, a noi, per poterle fruire? Di quale (nuovo) sguardo abbiamo bisogno per affrontarle?

(L’articolo citato lo potete trovare qui http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/08/10/facebook-il-mega-album-con-100-miliardi-di.html)

 

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Altri ritrovamenti. Un ritaglio di giornale e qualche appunto di lettura

  1. Davide Comotti ha detto:

    Forse abbiamo solo bisogno di guardare di più e vedere di meno.
    Ho appena assistito ad una discussione di una persona che vuole comprare due schede da 32 gb perché deve stare dieci giorni in vacanza.
    Con tutto quello che stanno inserendo nelle macchine digitali dovrebbero mettere un blocco da poter inserire.
    Tre rullini digitali da 36 foto con un ritardo di 3 secondi ( come in un tuo post) tra una foto e l’altra e 2 minuti tra un rullino e l’altro.
    Ritorno alle origini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...