Due o tre cose a proposito dell’ombra

L’ombra mi affascina. La osservo, la uso in molte inquadrature e, soprattutto, mi piace studiarla. Perché l’ombra, molte volte, non è solo il lato nascosto e impalpabile delle cose. A volte …

… a volte, l’ombra, diventa lei stessa corpo, sostanza del soggetto. Come in questa immagine di Man Ray, dove luce e ombra insieme sono il corpo:

Man Ray

Man Ray

Altre volte, invece, l’ombra è la materia dalla quale sgorga il soggetto. E’ il caso di In memoriam, un nudo di Edward Steichen che amo moltissimo

Edward Steichen

Edward Steichen

Mi piace questo corpo che non poggia sull’ombra, ma sembra fuoruscirne. Come fosse il marmo che contiene I Prigioni di Michelangelo

Michelangelo

Michelangelo

E poi c’è lei, l’ombra catena, l’ombra portata e lunghissima della Wall Street di Paul Strand. L’ombra che ci lega alla terra e ci preclude il cielo

Paul Strand

Paul Strand

(Forse è per questo che certe figure di Chagall possono volare: perché non hanno ombra)

Marc Chagall

Marc Chagall

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Scansioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Due o tre cose a proposito dell’ombra

  1. Sandro Bini ha detto:

    Commento visuale, da un mio progettino giovanile se vogliamo anche un po fototerapeutico, in cui in buona sostanza percepivo la fotografia come “schermo” dell’ombra…

    http://www.sandrobini.it/…/lo-schermo-dellombra–the…/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...