Officina. I miei antenati

Sto pensando a un ciclo di immagini che risponda a questa domanda: Ma quali sono i miei antenati? Quali sono i luoghi, i corpi, le narrazioni, i volti, i gesti, le cose e tutti quei frammenti di mondo che mi hanno generato? dai quali discendo?

Non ho ben chiaro da che parte cominciare la loro ricerca. Ho solo una piccola traccia: l’esempio delle Vie dei Canti, i sentieri (invisibili) lungo i quali gli aborigeni australiani risalgono alle origini della loro storia, ai miti della loro cosmogonia.

Ecco: vorrei che anche le mie immagini, una volta ritrovate, tracciassero un sentiero che si snoda nei territori della Memoria. Un sentiero che non è segnato in nessuna mappa, da risalire al ritmo dei ricordi.

E le immagini del ciclo diventerebbero i passi con cui percorro queste piste per tenerle in vita, spazzando, ad ogni passaggio, la sabbia e la polvere della dimenticanza.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Officina. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Officina. I miei antenati

  1. Riyueren ha detto:

    Io ci ho ricavato un portfolio, Lightroots.Solo sui volti, però, ma è stata un’esperienza bellissima.Un gioco di luci, radici di luce che alla fine erano anche in me. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...