Alfabeto fotografico personale. Volto

Richard Avedon, Jacob Israel Avedon

Richard Avedon, Jacob Israel Avedon

Per quanto muta possa essere, c’è un luogo in cui la fotografia, anche a sua insaputa, diventa narrazione. Questo luogo è il volto, che rivela (o lascia immaginare) il romanzo di una vita.

«Un volto intravisto è come il riepilogo di uno splendido romanzo, di cui uno scrittore di talento, nel tempo di uno sguardo, ci consegna l’essenziale.» (Julien Green)

Perché quando guardo gli occhi di qualcuno, anche da dietro un mirino, io rivolgo a quegli occhi una richiesta di risposta. Ed è questa risposta, questa biographie dramatisée – come diceva Baudelaire – la storia che si deposita con il mio scatto.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Alfabeto fotografico personale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...