Fotografia verbale. La tomba del Sergente

A differenza dei cimiteri marini, dove le tombe guardano il mare, ad Asiago sono le montagne che guardano le tombe. Dall’alto. [clic]. Ghe rivarem a baita?

Cerco la tomba di Mario Rigoni Stern tra i sentieri di neve. E’ una tomba semplice, con un grande girasole giallo [clic] e una croce di legno [clic], povera come quella dei soldati caduti. Una croce con il tetto a capanna, come i crocefissi che si incontrano sulle montagne, lungo i sentieri [clic]. Ghe rivarem a baita?

Ghe rivarem a baita? Sento che dall’alto di un abete, aggrappato ad un ramo dondolante, un falchetto mi osserva e vigila su questo silenzio [punto].

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia verbale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...