Ventuno parole per il cuore e per lo sguardo

Quando l’amica fotografa Patrizia Savarese (www.photographerspro.eu/patriziasavarese/) ha chiesto, a me e ad altri fotografi, designer, musicisti, studiosi, stilisti, giornalisti … ,  un pensiero sul cuore di 30/40 parole per il suo nuovo libro The Art of Green (http://it.blurb.com/b/5035687-the-heart-of-green), non ho avuto esitazioni. E le ho mandato questa frase:

«Un cuore è sano quando risale fino allo sguardo, si affaccia sulla vita e aiuta la mente a capire il mondo».

Ventuno. Ventuno parole per dire che, forse, quello sguardo attraverso cui passa gran parte della comprensione che ho del mondo; quello sguardo che è così centrale nel fare fotografia; quello sguardo, dicevo, ha origini ben più profonde di quanto io creda.

E mi viene da pensare che non sono gli occhi ad essere lo specchio dell’anima e del cuore, ma è il cuore che si specchia nel nostro sguardo. E penso anche che, se recidiamo il legame che collega lo sguardo al cuore, lasciando attive solo le connessioni sguardo-mente, allora le nostre immagini saranno solo fantasmi. Senza calore e senza pulsioni.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...