Alfabeto fotografico personale. Sguardo

da "Un'idea di lago"

da “Un’idea di lago”

Non è mai tranquillo, mi dico spesso, lo sguardo. Soprattutto quando inquadro e mi fermo ad ascoltarlo. In quel momento mi rendo conto che lo sguardo è collegato al cuore e può essere un mare in tempesta o un lago sereno; un volo di stormi che migrano o un fiore solitario. Anche una belva, qualche volta.

E poi, dopo averlo ascoltato, clic.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Alfabeto fotografico personale. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...