Le cose da salvare. Un articolo di Efrem Raimondi

Oggi voglio mettere in Valigia, tra le cose da salvare, Madre di un fotografo, un articolo che Efrem Raimondi ha scritto nel maggio scorso (lo trovate qui http://blog.efremraimondi.it/?p=3851). Il fotografo me lo ha inviato, qualche giorno fa, come un’eco, una risonanza al mio piccolo post del 7 novembre (Fotografia verbale. Madre). Un gesto e un testo delicati e sensibili. Un gesto e un testo che ho apprezzato moltissimo.

Voglio salvare l’articolo di Efrem anche per un altro motivo. Perché, leggendolo, ho cominciato a domandarmi qual è la vera genealogia del nostro sguardo fotografico. Che non è fatta, voglio dire, solo dagli autori che abbiamo amato, studiato o dai maestri che ci hanno formato. Ma è anche storia di uno sguardo che ha origine dalla terra e dal sangue; da un ventre, da un padre, da un luogo e da un Tempo. Come una specie di linfa.

Così ho cominciato a pensare che potrei iniziare a risalire la corrente di questa linfa e ritrovarmi giù, vicino alle radici del vedere, per cercare di capire cosa agita, davvero, il mio sguardo e la mia visione del mondo. Vedremo.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Le cose da salvare e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...