Guardare. Essere guardati

Ieri ero a Bergamo, alla presentazione di un libro sul monastero di clausura di San Benedetto. Me ne stavo lì, in chiesa, ad ascoltare i relatori quando ad un certo punto ho la sensazione netta, precisa, di essere osservato. Mi guardo intorno: tutto il pubblico è rivolto verso i relatori e nessuno bada a me. Eppure, continuo a provare la sensazione, intensa, di essere osservato.

Alzo gli occhi e mi accorgo che là in alto, dove abitualmente in chiesa trovi l’organo, c’è invece una lunga grata in legno, una griglia a maglie strette. Mi ricorda le grate in legno della Alhambra, del mondo musulmano: fatte per aerare, ma soprattutto per nascondere/separare sguardi e corpi. E così capisco.

Dietro la grata ci sono le monache di clausura, che ascoltano e guardano. Guardano noi, guardano (anche) me. Non le vedo, ma ne avverto la presenza. E il loro sguardo.

Io, fotografo, abituato ad essere soggetto che guarda, ieri sono diventato oggetto dello sguardo di altri, di uno sguardo carico di attenzione e di amore. Soprattutto di amore. Così, per qualche minuto, mi sono sentito paesaggio, vicolo, fiore, albero, nuvola, panchina, colore … Mi sono sentito dall’altra parte dello sguardo, dall’altra parte dell’inquadratura.

E ho anche pensato che, forse, ogni foto che ho fatto e che faccio è uno sguardo d’amore che lancio sul mondo. Da dietro una griglia.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Monologhi e discorsi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Guardare. Essere guardati

  1. Cinzia ha detto:

    La fotocamera è il proseguimento del nostro sguardo interiore… l’autunno ti fa bene, sei ogni giorno più poetico… se continuo a leggerti potrei riprendere a scrivere in versi, come facevo tanto, ma tanto tempo fa …

  2. lavaligiadivangogh ha detto:

    Ma allora vuol dire che questi post mattutini a qualcosa servono … 🙂

  3. Cinzia ha detto:

    Certo che che sì!!! Una delle azioni del mattino è aprire la tua valigia!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...