Diario da Sud. L’arrivo

Rientrato dopo una notte di bagordi, il Conte notò, con stupore e un malcelato disappunto, il corpo riverso del maggiordomo sul tappeto del salone. Sgozzato.

Ecco, arrivare in aereo in una città è come entrare in un romanzo in medias res, nel bel mezzo degli accadimenti. Tutto è già lì, davanti a te, ma gli antefatti, il territorio che precede sono sconosciuti.

Però, devo dire che questa lacuna ha i suoi vantaggi: come in letteratura, l’omissione spinge ad attivare, subito, lo sguardo e l’attenzione. Esplode un desiderio di senso, un bisogno di completezza che le parti mancanti reclamano.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...