Le cose da salvare

Oggi voglio salvare una serie di immagini dal sapore fotografico , quasi un portfolio, rinvenute in Cesare Pavese (La casa in collina).

«Carnevale. Piazza mezza diroccata di bombe, piena di baracconi, di folla stracca, di giostre e bancarelle. Ginnasti infreddoliti, carrozzoni, qualche tedesco sfaccendato».

Voglio salvare questa citazione perché avrebbe potuto benissimo essere una delle liste (o sceneggiature, come le ha definite Geoff Dyer in L’infinito istante. Saggio sulla fotografia) che Roy Stryker, il coordinatore dei fotografi che lavorarono, tra il 1935 e il 1937, per la Farm Security Administration, dava ai fotografi per documentare e raccontare le condizioni di vita dei contadini e dei mezzadri ridotti alla fame dalla Depressione.

E mi piace immaginare, ad esempio, il ritratto di un ginnasta infreddolito, appoggiato ad un carrozzone affondato nel fango, che avrebbe potuto realizzare Walker Evans. O quello fatto da Dorothea Lange, che avrebbe (forse) inquadrato il ginnasta in primo piano, con la mano destra che stringe la spalla del figlioletto malinconico e affamato.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Le cose da salvare e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...