Alfabeto fotografico personale. Didascalia

Credo che la più bella definizione di didascalia fotografica, e della sua ragione d’essere, sia contenuta in un romanzo che racconta di miniatori e disegni nella Istanbul del XVI secolo. Questa:

« Allah ha creato il mondo in primo luogo perché fosse visto. Poi ci ha dato la parola perché condividessimo quello che vediamo.»

[Oran Pamuk, Il mio nome è rosso, Torino, Einaudi 2012, p. 85]

Per condividere Dove, Come, Quando.

Annunci

Informazioni su lavaligiadivangogh

fotografo, critico, docente
Questa voce è stata pubblicata in Alfabeto fotografico personale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...